Nell’ultimo periodo si è sentito parlare abbastanza frequentemente di COOKIE e della nuova normativa di legge.

Questa pagina del nostro sito è dedicata a questo argomento, cercando di chiarire meglio un concetto che altrimenti potrebbe apparire solamente come l’ennesima normativa emanata dal Parlamento.

 

La normativa e la sua storia

8 Maggio 2014

Il Garante per la Protezione dei Dati Personali (Garante Privacy), come previsto dalle disposizioni promulgate dal Parlamento Europeo, ha emanato un regolamento per ” l’individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei COOKIE “.

Il testo è diventato Legge dello Stato Italiano il 3 Giugno 2014 e con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n°126 è nata la COOKIE LAW Italiana.

 

Cosa si intende quando si parla di COOKIE?

I COOKIE sono file di testo che buona parte dei siti visitati registrano sul computer dell’utente, questi vengono memorizzati dal browser per poi essere ritrasmessi agli stessi siti durante la successiva visita del medesimo utente.

Durante la navigazione, l’utente può ricevere sul suo computer anche COOKIE di siti o di webserver diversi – questi sono i cosiddetti Cookie di Terze Parti – ciò accade perché all’interno di un sito web possono essere presenti elementi come immagini, mappe, suoni, widget, link a pagine web esterne, etc… che risiedono su di un differente dominio, sono perciò COOKIE che vengono impostati da un sito web diverso da quello che si sta attualmente visitando.

I COOKIE sono usati per eseguire autenticazioni informatiche, monitoraggio delle sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al sito web. Inoltre alcune operazioni non potrebbero assolutamente essere compiute senza l’uso dei COOKIE.

 

Cosa prevede la Legge?

Secondo la Legge è obbligatorio che il proprietario del sito web inserisca uno o più di banner e/o pop-up che informino l’utente della presenza dei COOKIE sulla propria piattaforma online.

Il banner deve essere visibile e deve contenere, oltre all’informativa relativa all’utilizzo dei COOKIE, il link ad una pagina del sito dedicata in cui vengono fornite all’utente tutte le informazioni necessarie.

 

Quali sono le sanzioni?

Le sanzioni sono indicate nella premessa 7 del Regolamento, Conseguenze del mancato rispetto della disciplina in materia di COOKIE.

  • Si ricorda che per il caso di omessa informativa o di informativa inidonea, ossia che non presenti gli elementi indicati, oltre che nelle previsioni di cui all’art. 13 del Codice, nel presente provvedimento, è prevista la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da seimila a trentaseimila euro (art. 161 del Codice).
  • L’installazione di cookie sui terminali degli utenti in assenza del preventivo consenso degli stessi comporta, invece, la sanzione del pagamento di una somma dadiecimila a centoventimila euro (art. 162, comma 2-bis, del Codice).
  • L’omessa o incompleta notificazione al Garante, infine, ai sensi di quanto previsto dall’art. 37, comma 1, lett. d), del Codice, è sanzionata con il pagamento di una somma da ventimila a centoventimila euro (art. 163 del Codice).

 

Cosa fare?

Se sei il possessore di un sito è necessario fare le opportune integrazioni entro e non oltre il 3 Giugno 2015.

È consigliabile, se il sito è multilingua, inserire il testo in italiano ed in inglese, essendo quest’ultimo la lingua ufficiale della Comunità Europea.

Il banner potrà contenere un testo semplice in cui si informa l’utente che, sulla base di quanto previsto dalle normative vigenti, il sito stesso può utilizzare dei cookie. Inoltre l’utente deve essere informato che proseguendo la navigazione implicitamente accetta l’utilizzo dei COOKIE.

Ricorda che il banner deve apparire su tutte le pagine del sito!

Sul banner sarà poi presente un pulsante di “accettazione” che permetterà di chiuderlo ed il link ad una pagina dedicata inserita all’interno del sito stesso.

La pagina dovrà spiegare cosa sono i COOKIE, a cosa servono ed elencare quali cookie potrebbero essere registrati da terze parti (per es. Google, Facebook, etc.).

 

Se possiedi un sito la cosa più semplice da fare è contattare il tuo webmaster
affinché provveda a fare le necessarie integrazioni.