SEO

Ottimizzare il proprio sito per essere trovati sui motori di ricerca

Il principale canale attraverso il quale viene generato l’afflusso di visite di un sito è la c.d. “ricerca organica”: in pratica, Google, Bing e i principali motori di ricerca.

In un web affollato come quello odierno, i siti web concorrono tra di loro per apparire nei risultati di risultati di ricerca. E poiché la prima pagina di Google è la meta ambita da ogni sito, far apparire il proprio è sempre più difficile!

 

La scelta delle parole chiave

Strategia e capacità di ascoltare il proprio mercato

Il primo passo è individuare le parole chiave su cui lavorare per ottimizzare il sito. Per parole chiave non si intendono singole parole, ma anche brevi frasi.

L’individuazione delle chiavi di ricerca può all’apparenza sembrare un lavoro semplice, ma da esso dipende il successo dell’intera campagna. Facciamo un esempio: siamo un’azienda che vende computer. Ottimizzare il sito sulla sola parola “computer” non ha molto senso: il termine è infatti talmente vasto che non vi sarebbero possibilità di apparire spiazzando i colossi dell’informatica e tutti coloro che parlano di computer.

Facciamo allora mente locale sulle caratteristiche della nostra attività che la rendono competitiva sul mercato. Ad esempio, potrebbe essere che:

  • Trattiamo con particolare attenzione i computer rivolti ad un’utenza professionale;
  • Non siamo un supermercato, abbiamo una politica di vendita più orientata alla qualità e forniamo un’assistenza di primo livello;
  • Siamo operativi nella provincia di Cuneo, più in particolare nell’area del monregalese.

Abbiamo individuato alcune nicchie e fatto un identikit del possibile acquirente interessato a noi. Sicuramente non l’appassionato di videogiochi alla ricerca del computer “bestia” e nemmeno chi cerca esclusivamente il prezzo più basso.

A questo punto possiamo procedere all’ottimizzazione del sito.

j

In generale, una parola chiave è ciò che una persona interessata alla vostra attività presumibilmente digiterà nel motore di ricerca.

Ottimizzazione del sito web

Premiamo l'acceleratore sulla tua visibilità on-line

Il sito web viene dapprima controllato dal punto di vista tecnico, affinché non siano presenti problematiche che potrebbero influire negativamente sulla posizione nella ricerca. Ad esempio, link non funzionanti, errori tecnici, mancanza di dati obbligatori (tipico esempio, la descrizione su ogni immagine), inserimento dei meta-tag in maniera che siano diversi su tutte le pagine.

Controlliamo inoltre la velocità di caricamento dei contenuti, fattore sempre più importante per ottenere un vantaggio competitivo. Il nostro team di sviluppatori è in grado di eseguire attività di ottimizzazione sulla velocità del sito.

I siti lenti sono penalizzati nella ricerca.

Come regola generale, i motori di ricerca privilegiano i siti “di qualità”. Poiché il sito viene analizzato da un robot fondamentalmente “cieco”, le metriche su cui la qualità viene misurata sono il contenuto e la tecnologia.

Una volta eseguita questa prima ottimizzazione “generica”, si va sullo specifico delle parole chiave.

Le parole in questione verranno inserite in punti “strategici”: titoli delle pagine, blocchi di intestazione, nei primi paragrafi di contenuto.

A seconda del tipo di sito, l’ottimizzazione richiederà una quantità diversa di lavoro.

Una volta ultimata, viene inviata ai principali motori di ricerca una sitemap: è il modo per comunicare che sono state fatte modifiche e qual è il nuovo assetto del sito web.

Follow up

Misurare i risultati e mantenerli nel tempo

I motori di ricerca impiegano tempo sia a recepire le modifiche (devono fare un giro su tutto il sito), sia a determinare le nuove posizioni. Tra l’altro, la posizione di un sito non è statica, ma cambia nel tempo in base ai calcoli del motore di ricerca e a cosa fa la concorrenza.

Ecco perché, una volta eseguita un’ottimizzazione SEO, è necessario monitorare i risultati.

Le parole chiave su cui si è eseguita l’ottimizzazione vengono ricercate simulando un utente “neutro” (che non ha eseguito altre ricerche e di cui Google non conosce le preferenze).

Si determina quindi la posizione raggiunta su Google, in rapporto alla posizione di partenza. Si eseguono inoltre piccoli interventi correttivi per mantenere e migliorare il risultato conseguito.

SEO Ethics

Fare del SEO un lavoro di qualità, essere premiati nel tempo...

Poiché il risultato di una campagna SEO è influenzato da una serie di fattori indipendenti dalla volontà delle parti in gioco, è fondamentale darsi obiettivi realistici e misurabili.

Alcune pratiche di SEO possono promettere risultati immediati “ingannando” i motori di ricerca, ma se scoperte dal motore di ricerca vengono penalizzate pesantemente.

Il nostro lavoro di SEO è basato sulle linee guida che gli stessi motori di ricerca rilasciano al pubblico e sono in conformità alle loro regole.

Non eseguiamo inoltre pratiche di c.d. “Negative SEO”, volte cioè a far penalizzare nei risultati di ricerca un sito concorrente.